Istituto Italiano per lo Sviluppo Rurale e l’Agriturismo (ISVRA)

 

Agricoltura sociale

 

 

Agricoltura sociale: quando l’azienda agricola aiuta la collettività a vivere meglio, offrendo servizi per l’infanzia, gli anziani, gli emarginati. Sempre più la multifunzionalità è anche questo, perché il valore formativo e terapeutico dell’attività agricola è ormai confermato da tanti anni di studi ed esperienze. 

 

Anche le fattorie sociali, come le fattorie didattiche, inizialmente sono state assimilate all’agriturismo. Oggi questa soluzione è destinata ad essere superata: l’agricoltura sociale si è guadagnata uno specifico ambito normativo all’interno del quale si coniugano i benefici dell’agricoltura con la prestazione di servizi di accoglienza per l’infanzia e gli anziani, didattici, di riabilitazione, di inserimento nel mondo del lavoro per disabili, carcerati, tossicodipendenti, alcolisti, emarginati in genere.

 

Diverse possono essere le forme di collaborazione fra servizi sociali pubblici, operatori privati dell’assistenza, aziende agricole e comunità locali. Dalla stretta relazione fra attività agricole e comunità locali si sviluppano anche esperienze di agricoltura civica, attenta all’etica e al bene comune, all’utilizzazione sostenibile delle risorse, ai principi di solidarietà, a promuovere relazioni gratificanti fra le persone.

 

ISVRA, elabora progetti di sviluppo, assistenza e formazione nel campo dell’Agricoltura Sociale avvalendosi dell’esperienza e della collaborazione dell’Agenzia Italiana per la Campagna e l’Agricoltura Responsabile e Etica (Aicare).

 

BOTTONE NORMATIVA

BOTTONI DOCUMENTI


Scrivi a ISVRA

8 + 7 =